Chiesa dei Miracoli e Scuola Grande di San Marco

Chiesa dei Miracoli

 

La Chiesa dei Miracoli, come molte Chiese Veneziane, ha una storia per nulla banale anche se non verosimile. Nel ‘400, un nobile fece dipingere un affresco della Madonna, che diventò molto presto oggetto di adorazione nel vicinato. Poco dopo, una donna venne aggredita e accoltellata dal marito in un atto di furia molesta, ma la donna invocò la Madonna così forte che rimase illesa; a questo, si susseguirono apparentemente una serie di miracoli che non lasciavano dubbi: erano frutto della Madonna affrescata; I fedeli e pellegrini crebbero rapidamente di numero, le cui offerte permisero di abbellire e adornare la chiesa, fino a farla diventare un gioiello di architettura rinascimentale.

 

 

Scuola Grande di San Marco

 

Tra il ponte e l’entrata della Chiesa di San Giovanni e Paolo troviamo la facciata rinascimentale della Scuola Grande di San Marco, i cui colori marmorei chiari e caldi risaltano ancor di più il rosso denso dei medaglioni in porfido. Un tempo a Venezia vi erano 7 Scuole Grandi, tra cui questa era forse la più prestigiosa e ricca. Una scuola grande era essenzialmente una confraternita elitaria, dove pittori, scultori, intagliatori e artisti di ogni tipo producevano le opere che avrebbero poi adornato le sale interne ella scuola. Dal 1806, tuttavia, Napoleone, preso il controllo della città, chiuse tutte le scuole grandi, reimpiegandole per gli usi più disparati. La Scuola di San Marco è oggi sede dell’Ospedale Civile di Venezia, che si estende fino alle Fondamente Nove sulla laguna. Per quanto sia una magra consolazione, un paziente non può certo aspirare ad un ospedale più bello di questo.

 

Scopri i nostri tour autoguidati in totale sicurezza COVID FREE a partire da € 8, clicca qui!