Palazzo Pisani Moretta e Ca' Foscari

Palazzo Pisani Moretta

 

Uno dei palazzi gotici più notevoli di Venezia è il Palazzo Pisani Moretta costruito nel Quattrocento, e che nel ‘700 passò al ramo Moretta della famiglia Pisani. Da subito la casata incorse in uno scandalo, quando il secondogenito Vettor s’innamorò di Teresa Vedova, figlia di un semplice artigiano. Poiché era vietato che un nobile sposasse una persona di rango inferiore, la ragazza fu rinchiusa in un convento, ma i due innamorati riuscirono ugualmente a vedersi di nascosto e Teresa rimase incinta; nacque così Pietro Pisani, ma ormai Vettor non volle più vedere la ragazza, e addirittura le trovò un marito sostituto non voluto però da Teresa. La triste vicenda finì con la morte di Pietro, ormai riconosciuto come ultimo erede di tutti i beni della famiglia Pisani. Oggi il Palazzo è stato ristrutturato ed ospita magnifici eventi e balli tradizionali durante il Carnevale.

 

Ca' Foscari

 

Il suggestivo palazzo che fiancheggia il rio è Ca’ Foscari: sede della prima università di Venezia. L’edificio fu costruito nel primo ‘400 e acquistato nel 1452 dal Doge Francesco Foscari, il quale resse la Repubblica Veneziana durante trent’anni di splendida ricchezza. Foscari fece demolire il palazzo e ricostruire interamente dall’architetto Bartolomeo Bon che terminò il lavoro nel 1457; purtroppo il Doge non fece nemmeno tempo a viverci, poiché morì pochi mesi prima di crepacuore, dopo aver abdicato dalla sua carica dogale. Si dice che morì per il dolore estremo causato dalla morte del figlio Jacopo, che fu accusato prima di corruzione e poi di aver ucciso uno dei suoi accusatori. Dopo vari tentativi di mitigare la situazione, Francesco fu inflessibile davanti alle preghiere del figlio e fu costretto a mandarlo in esilio a Creta, dove Jacopo morì poco dopo.

 

Scopri i nostri tour autoguidati in totale sicurezza COVID FREE a partire da € 8, clicca qui!